ONLINE L'AVVISO PUBBLICO PER FAVORIRE LA RINASCITA, LA RIGENERAZIONE CULTURALE, TURISTICA ED ECONOMICO SOCIALE DEI PICCOLI COMUNI ITALIANI

La Direzione Generale Creatività Contemporanea e la Direzione Generale Turismo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo emanano congiuntamente un Avviso pubblico per il finanziamento di attività culturali, da realizzarsi in forma di festival, con l’obiettivo di favorire il benessere e migliorare la qualità della vita degli abitanti dei borghi italiani, attraverso la valorizzazione delle risorse culturali, ambientali e turistiche.

 

Leggi di più

Destinatari dell’avviso sono i Comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti, ovvero fino a 10.000 abitanti che abbiano individuato il centro storico quale zona territoriale omogenea, con preferenze per quelle identificabili come aree prioritarie e complesse. Tali Comuni possono partecipare singolarmente o in rete tra loro, come capofila di partenariati – costituiti o costituendi – con altri enti profit e non profit.

Tra gli obiettivi strategici principali del bando:

  1. promuovere e sostenere la qualità e le eccellenze dei territori dei borghi italiani;
  2. costruire opportunità per il miglioramento socio-economico delle aree selezionate, anche prevedendo l’incubazione di imprese culturali e creative innovative di comunità e promuovendo attività di rigenerazione urbana a medio e lungo termine;
  3. promuovere e sostenere contenuti innovativi nelle attività di educazione/formazione e sviluppo;
  4. rafforzare e integrare l’offerta turistica e culturale dei territori;
  5. sviluppare un approccio progettuale integrato e pratiche innovative ed inclusive;
  6. incentivare progettualità orientate alla sostenibilità, anche attraverso l’impiego delle nuove tecnologie;

L’avviso pubblico prevede un finanziamento totale pari a € 750.000,00 a titolo di contributo finanziario per i Comuni dichiarati vincitori all’esito di una procedura valutativa istruttoria. Il finanziamento erogabile per la realizzazione di ciascun progetto è fissato entro la misura dell’80% dei costi ammissibili previsti e comunque entro (i) il limite massimo di € 75.000 se i comuni proponenti partecipano in forma singola tenendo sempre presente l’obbligo di partenariato con gli stakeholder del territorio; (ii) il limite massimo di € 250.000 se i comuni proponenti partecipano costituendo una rete tra di loro.

I partecipanti hanno 60 giorni per l’elaborazione dei progetti. I progetti presentati possono prevedere, tra le altre attività, anche eventi, mostre, rassegne, laboratori, giornate di formazione, realizzazione di piattaforme o applicativi digitali, con particolare attenzione all’innovatività, alla sostenibilità e alla accessibilità delle proposte, al coinvolgimento della cittadinanza e all’impatto sul territorio.

I progetti vincitori potranno essere realizzati da aprile a luglio 2021.

La programmazione deve essere pensata nel rispetto della normativa vigente in materia di contenimento del contagio da Covid-19.

I progetti vincitori saranno caricati su questo sito per iniziare a mappare le buone pratiche di rigenerazione urbana e di sostenibilità turistica dei borghi sull’intero territorio nazionale, nonché la creazione di asset creativi che possano rappresentare uno strumento utile sul tema della residenzialità dei borghi e contro l’abbandono dei territori.

È online il sito web dedicato: https://borghinfestival.beniculturali.it/.

Le domande di partecipazione devono essere caricate su: https://procedimenti.beniculturali.it/BIF.

Scadenza per le domande di partecipazione: venerdì 15 gennaio 2021, ore 12:00.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento in merito all’Avviso Pubblico scrivere a: borghinfestival@beniculturali.it.



Seguici su: