Sono 17 i vincitori della seconda edizione del Premio Creative Living Lab, il bando promosso dalla DGAAP volto al finanziamento di iniziative culturali che prevedano la realizzazione di attività creative nelle periferie italiane. 

I progetti vincitori del bando Creative Living Lab sono:
- CORTILE SPETTACOLARE, Politecnico di Milano (Milano)
- Z.I.P. Zone Interdisciplinar Projects, Eclettica - Cultura dell’Arte (Barletta)
- TAZEBAO, i muri parlano…., Associazione il Muretto (Firenze)
- NEEDLE SCAMPIA, APS Jolie Rouge  (Napoli)
- LAURENTINO38, Associazione Culturale Orizzontale (Roma)
- RICONNESSIONI: percorsi di riattivazione della memoria urbana per riportare la periferia al centro, Sguardiurbani (Palermo)
- EX. Progettare l’abbandono, Associazione Demetra (Terni)
- PALOMBELLISSIMA! Il mio quartiere superlativo, ARCI Ancona (Ancona)
- ZEN°ZERO zen grado zero, Associazione Handala (Palermo)
- I MURI RACCONTANO, CasermArcheologica (Sansepolcro AR)
- EXtraATR: linee di rigenerazione, Spazi Indecisi (Forlì)
- MODENA OVEST PAVILLION, Associazione CivicWise Italia (Modena)
- GAME-TRIFICATION, Associazione Culturale Dynamoscopio (Milano)
- INVASIONI CREATIVE, Associazione Corsia d'emergenza (Udine)
- VIADELLAFUCINA16, AURORA!, Kaninchen-Haus (Torino)
- RAID CATERPILLAR, Off Site Art OSA (L’Aquila)
- MAAP FIERA d’Arte Pubblica, MAAP - Atelier D'arte Pubblica (Matera)

 

Leggi di più

Al bando per il Premio Creative Living Lab, mirato a sensibilizzare i cittadini sui temi della riqualificazione territoriale, hanno partecipato 208 progetti, provenienti da associazioni, fondazioni e comitati che operano in campo culturale con il sostegno di stakeholder attivi sul territorio.
Tutte le iniziative dei diciassette vincitori contemplano il coinvolgimento delle comunità locali, la multidisciplinarietà delle professionalità impiegate, la possibilità di uno sviluppo a medio-lungo termine e l’utilizzo di metodi riproponibili anche in altri contesti.
“La grande partecipazione alla seconda edizione del Premio Creative Living Lab - afferma Federica Galloni, Direttore Generale DGAAP - conferma la validità dell’iniziativa e avvalora l’importanza di sviluppare il senso identitario e di appartenenza al proprio territorio. Le proposte presentate dalle associazioni locali dimostrano la necessità di attivare e rilanciare le microeconomie locali attraverso processi culturali condivisi”.

I progetti sono stati selezionati dalla commissione, designata dal Direttore Generale della DGAAP e composta da cinque membri: la dott.ssa Angela Tecce, dirigente del servizio II della DGAAP e Presidente di Commissione, l'arch. Emilio Caravatti, l'arch. Isabella Fera, la dott.ssa Elena Ostanel e l'arch. Luciano Antonino Scuderi.

Con il bando Creative Living Lab II la DGAAP ha riproposto la formula d’intervento, già sperimentata nel corso della prima edizione, nelle periferie italiane, intese come territori che vivono realtà di fragilità sociale, economica e ambientale, non necessariamente lontani dal centro fisico della città, che coinvolga diverse espressioni della creatività contemporanea nella rivitalizzazione urbana e socio-culturale del territorio e delle comunità.

Per la realizzazione dei progetti sono stati messi a disposizione 600 mila euro con un massimo finanziabile di 35 mila euro per ciascun progetto.
 
Seguici su: