La terza edizione di Grand Tour d’Italie si svolgerà tra Bologna e L’Aquila. Tra il 12 e il 16 novembre, 30 artisti italiani mid-careerparteciperanno a uno studio visit a porte chiuse durante il quale avranno l’occasione di presentare il proprio portfolio a 10 interlocutori internazionali.

Leggi di più

Grand Tour d’Italie è il progetto ideato dalla Direzione Generale Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana per promuovere le relazioni tra artisti italiani mid-career con curatori e direttori di residenze artistiche e centri d’arte contemporanea internazionali. L’edizione 2019 è realizzata in collaborazione con NOS Visual Arts Production, direttivo curatoriale dell’associazione culturale Nosadella.due,

Il format prevede sessioni di lavoro a porte chiuse presso il MAMBo -  Museo d’Arte Moderna di Bologna e l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, durante le quali gli artisti si racconteranno alle istituzioni mostrando opere, video, progetti editoriali e tutto ciò che serve a promuovere il proprio lavoro. La selezione – curata da Elisa Del Prete e Silvia Litardi di NOS – si è concentrata sulla scena artistica italiana degli ultimi 15 anni e sul cambio di paradigma estetico generato da un quadro socio-economico segnato dalle sfide della Grande Recessione, della globalizzazione e della crisi dell’attuale modello economico/produttivo.

Gli artisti selezionati sono: Alterazioni Video, Andreco, Sara Basta, Riccardo Benassi, Carola Bonfili, Simone Cametti, Chiara Camoni, Canecapovolto, David Casini, Federico Cavallini, Giulia Cenci, Luca Coclite, Davide D’Elia, Maria Adele Del Vecchio, Roberto Fassone, Giovanni Giaretta, Grossi Maglioni, Valentina Medda, Jacopo Miliani, Giovanni Ozzola, Mattia Paje, Luana Perilli, Mariagrazia Pontorno, Anna Raimondo, Ivana Spinelli, Sasha Vinci, Giacomo Zaganelli, Virginia Zanetti, a cui si aggiungeranno, come padrini dell’iniziativa Flavio Favelli (a Bologna) e Angelo Bellobono (all’Aquila).

Le istituzioni straniere invitate sono: CAPC Musée d’art contemporain de Bordeaux (Bordeaux-Francia); Frame Contemporary Art Finland (Helsinki - Finlandia); Istanbul Museum of Modern Art (Istanbul – Turchia); Maumaus (Lisboa - Portogallo); Museo Sívori (Buenos Aires – Argentina); Nirox Foundation (Cradle of Humankind, Johannesburg – Sudafrica); NTU CCA Singapore (Singapore); Rotor (Graz - Austria); Rupert (Vilnius - Lituania); Sazmanab (Tehran – Iran).


 

gallery

crediti: Angelo Bellobono, Paesaggio difficile e sparso, 2018. Courtesy l’artista ... crediti: Flavio Favelli, Traliccio Tunisi, 2019. Courtesy l’artista

 

 


Seguici su: