Direzione Generale Arte e Architettura e Periferie urbane - Premio Berlino

I due vincitori sono Leonardo Di Chiara e Giorgia Floro che avranno l’opportunità di trascorrere 6 mesi a Berlino durante i quali potranno lavorare presso uno studio di architettura specializzato nei temi della rigenerazione e del recupero delle periferie urbane. Parteciperanno, inoltre, alle attività culturali organizzate da ANCB The Aedes Metropolitan Laboratory e dall’Istituto Italiano di Cultura di Berlino attraverso la presentazione dei propri lavori presso gli spazi dell’IIC.

La commissione selezionatrice era composta per la DGAAP dall’arch. Alessandra Cerroti e dall’arch. Claudia Clemente, per il MAECI dal prof. Luigi Reitani, direttore dell’IIC di Berlino e dall’arch. Pippo Ciorra, per ANCB dal dott. Hans-Jurgen Commerell.

Leonardo Di Chiara (Pesaro, 1991) dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria Edile e Architettura presso Università di Bologna con il massimo dei voti, si trasferisce a Berlino dove ha occasione di entrare in contatto con la Tinyhouse University, un gruppo informale di giovani creativi attivi negli ambiti dell'architettura, del design e delle sperimentazioni sociali del quale entra a far parte ufficialmente come assistente alla progettazione. Fonda il secondo centro operativo della Tinyhouse University in Italia e a partire da gennaio 2017, dà vita al progetto d'architettura “aVOID”, un prototipo di “tiny house”. Partecipa con il proprio progetto di casa mobile “made in Italy” alla mostra d'architettura "Bauhaus Campus", un villaggio sperimentale temporaneo, ospitato fino al marzo 2018 all'interno del parco museale del Bauhaus-Archiv / Museum of Design di Berlino.

Giorgia Floro
(Bari,1991) ha conseguito la laurea in Architettura col massimo dei voti presso il Dipartimento di Architettura del Politecnico di Bari. Dopo aver lavorato a Marsiglia presso lo studio d’architettura Olivier Moreux, dove si è occupata di progetti di co-housing rurale e riuso di edifici abbandonati, nel 2016 consegue il Corso di Perfezionamento: “Strumenti e Strategie per il riuso temporaneo di spazi in stato di abbandono”, presso il Politecnico di Milano, in collaborazione col C.N.A.P.P.C., Comune di Milano, Ass. TempoRiuso. Da questa esperienza trae origine la collaborazione ai progetti con l’associazione culturale la Capagrossa presso il comune di Ruvo di Puglia, Bari.
E’ coordinatrice del progetto “nóvǝ nóvǝ nóvǝ - Nove navi nuove. Rigenera la città”, un processo volto a coinvolgere la cittadinanza per la definizione di istanze che confluiranno nel documento programmatico di rigenerazione urbana del comune di Ruvo di Puglia.

Leggi di più

E’ attivo il bando della I edizione del Premio Berlino che offre la possibilità a due architetti emergenti di trascorrere un periodo di 6 mesi a Berlino per approfondire professionalmente tematiche inerenti il riuso e la rigenerazione urbana e partecipare ad attività culturali su tali temi.
L’iniziativa è promossa dalla DGAAP d’intesa con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese.
Oltre al biglietto aereo, i due vincitori riceveranno un assegno mensile per vitto e alloggio e il rimborso spese prestazioni presso uno studio di architettura specializzato nei temi della rigenerazione urbana e sulle pratiche di recupero delle periferie urbane.

Gli architetti vincitori parteciperanno inoltre alle attività culturali organizzate da ANCB The Aedes Metropolitan Laboratory e dall’IIC Berlino attraverso la presentazione dei propri lavori - al termine della residenza - presso gli spazi dell’IIC. Sarà inoltre affiancato ai vincitori un tutor con esperienza internazionale, residente a Berlino, nonché esperto della scena professionale locale.

Scarica il bando

PROCEDURE E INFORMAZIONI

Gli aspiranti al Premio Berlino dovranno:
a) essere cittadini italiani e residenti in Italia;
b) essere nati dopo il 31 dicembre 1986;
c) essere architetti operanti nel settore specifico del riuso e della rigenerazione;
d) avere al loro attivo almeno un progetto realizzato di riuso o rigenerazione;
e) avere un’ottima conoscenza della lingua inglese. La conoscenza del tedesco costituirà titolo preferenziale.

Il termine per presentare la domanda di partecipazione al Premio Berlino è fissato al 25 giugno 2017.
Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi all’Istituto Italiano di Cultura di Berlino (e-mail: premioberlino@gmail.com) oppure al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese (e-mail: dgsp-08.premioberlino@esteri.it).